Home arrow Medicina Anno Zero arrow Capitolo XII - L'Avvenire dell'Uomo
Menu
Home
Biografia
Credits
News Salute
Indice
Link
Cerca
English
Pubblicazioni

Saggio: Gli Stress Psichici Causa Di Tutte Le Malattie 1970

Libro: Medicina Anno Zero 1983

Periodico: La Medicina Dell'Avvenire 1980-1988

Stampa

 
Hanno scritto di lui

English

english_medicina.jpg 

Biography
Psychic Stress The Cause of all Diseases 1970

Partners
Scuola Interiore
Canti Popolari

Capitolo XII - L'Avvenire dell'Uomo
Indice articoli
Capitolo XII - L'Avvenire dell'Uomo
Deterioramento del pianeta
Progresso industriale
Sovrappopolazione e insediamenti umani
Sottoalimentazione Depauperamento delle risorse naturali
Deterioramento dell\'ambiente Degradazione dei sistemi
Esaurimento delle fonti di energia
Altre offese Il rimedio globale
Ultimissime: Mente e Salute
Morte di Luigi Oreste Speciani
Appendice
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


1) Progresso industriale — È l'arma più potente del capitale, perché facilita la concentrazione del potere nelle mani di pochi. Per le masse costituisce l'esca più attraente: il boccone dolce ma omicida del benessere. Diceva il sapiente Gandhi: «C'è un posto per le macchine che aiutano l'uomo. Non c'è posto per quelle che permettono che il potere si concentri in poche mani e che trasformano le masse in schiavi». Esse rispondono infatti alla frase emblematica di Carnegie: «Crea il bisogno, poi soddisfalo».
Il progresso disordinato e abnorme, con le continue trasformazioni che comporta, obbliga a continui cambiamenti (crisi di sovrascelta) che sono anch'essi alienanti, essendo contrari alla natura dell'uomo( A. Toffler).
I rimedi? Forse sarebbe necessario (come viene suggerito per la medicina) smontare anche la macchina industriale, almeno nella sua parte alienante e omicida, ovvero operarne la completa conversione: riorganizzare (ove possibile industrializzandola) l'agricoltura, mantenere e incrementare (come già è avvenuto in Cina, con ottimi risultati) la «tecnologia intermedia», ossia quella che è veramente al servizio dell'uomo.